Parlare di se stessi, non è facile, e io cosa posso dire di me? Amo l'Arte in tutte le sue forme,pittura, scultura, musica...Tutto quello che fa bene agli occhi,alle orecchie e al cuore fa parte integrante della mia vita e del mio modo di vivere. Ho chiamato questo mio blog "I sentieri dell'Arte", proprio perchè su questi "viottoli" incantati possiamo trovare tante piccole cose che ci riconciliano con il mondo intorno...almeno così è per me! Mi basta guardare un quadro o ascoltare un po' di buona musica per ritrovare la serenità, e non è necessario che questi siano un Renoir o una sonata di Mozart, basta che siano delle belle cose da vedere e da ascoltare. Spero di condurvi nel mio mondo nel miglior modo possibile...Patrizia

Lettori fissi

22 gennaio 2012

Decorazione: Recupero ...intellettuale!





Credetemi quando vi dico che era solo un mobile da mettere in un ripostiglio, ben nascosto e lontano da sguardi malevoli....Ma siccome papà Lavoisier ci ha insegnato che nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma, io l'ho preso alla lettera!
La sua storia (del mobile) inizia come scarpiera, color noce e con tanto di cornici decorate sulle antine (?)...Nell'arco degli anni si trasforma in porta-sorpresine di ovetti Kinder , non so quante, so solo che quando aprivo le antine, venivo letteralmente aggredita da Puffi, Tartarughe, Ippopotami , Leoni...insomma roba da diventare soci di maggioranza della suddetta fabbrica di cioccolata! Poi nell'ordine, armadietto per i Topolino (circa 1000..(ma forse di piu'!), poi per le mie riviste di ricamo... Ritorna scarpiera e a questo punto rischia la definitiva eliminazione fisica! Fino a quando non scopro su di una rivista come trasformare i mobili da buttare in qualcosa di spiritoso...ed ecco il risultato! Un trompe l'oeil "bibliofilo" e tridimensionale!
Occorrente: listelli di legno, colla, colori, carta da découpage che riproduca copertine di libri e qualche tocco d'oro a rilievo.... Per il cassetto in alto, trompe l'oeil con mensola dipinta e découpage . Naturalmente la base è stata shabbata! 
Che ve ne sembra? Sono già un paio d'anni che i miei ragazzi non si lamentano di vederlo ancora in giro nelle loro stanze! Alla prossima...
Patrizia


6 commenti:

Anna ha detto...

Pensa che la prima foto mi aveva ingannata..ero convinta che i libri fossero veri! Che dire...complimenti per il lavoro ben fatto...sono anch'io dell'idea che si può recuperare tutto! Ps- scusa se non passo spesso...il tempo e la connessione sono quello che sono...non ce la faccio a fare tutto...ma è sempre un piacere scoprire quello che hai preparato! Un abbraccio, Anna

Patrizia ha detto...

Ciao Anna! Grazie per essere passata, io vengo spesso a trovarti ,ma a volte non riesco a postare i commenti...
Bacioni
Patrizia

Norma Soulet (AZArtist) ha detto...

Hi Patrizia,
Sorry I haven't visited your blog but I have been really busy. But I love all the things you have done.
Hugs

Susy ha detto...

Ma dai!!!
Subito non l'avevo capito!!
Che bello che è venuto....
e pensare che quasi quasi lo buttavi!!
Un abbraccio
Susy x

Laura ha detto...

Buondì Patty,

sono dell'idea che ogni cosa si possa recuperare (a meno che non sia distrutta e ridotta in pezzettini microscopici).
Penso ai tantissimi mobili nascosti nelle soffitte o nelle cantine che aspettano solo di essere riportati a nuova vita in modo splendido come hai fatto tu!

Un abbraccione cara, buona giornata!!
E complimenti anche per la scrittura del testo!! :-))

Laura

Silvì ha detto...

Ciao Patriziuccia, che dire del mobile? Fantastico! Come tutte le tue cose.
Nei prossimi giorni, vorrei postare la foto di un mio recupero. Mi dai il tuo parere e, magari qualche dritta per migliorare? Un bacio