Parlare di se stessi, non è facile, e io cosa posso dire di me? Amo l'Arte in tutte le sue forme,pittura, scultura, musica...Tutto quello che fa bene agli occhi,alle orecchie e al cuore fa parte integrante della mia vita e del mio modo di vivere. Ho chiamato questo mio blog "I sentieri dell'Arte", proprio perchè su questi "viottoli" incantati possiamo trovare tante piccole cose che ci riconciliano con il mondo intorno...almeno così è per me! Mi basta guardare un quadro o ascoltare un po' di buona musica per ritrovare la serenità, e non è necessario che questi siano un Renoir o una sonata di Mozart, basta che siano delle belle cose da vedere e da ascoltare. Spero di condurvi nel mio mondo nel miglior modo possibile...Patrizia

Lettori fissi

30 gennaio 2013

I misteri nell'Arte : La Basilica di San Pietro a Perugia




Con questo post non voglio mettervi paura, e nemmeno turbare i vostri sonni, però, magari, conoscerete qualcosa di curioso che forse alla maggior parte delle persone è sconosciuto...
Come spiegavo nel post sul Cristo velato della Cappella di Sangro a Napoli , i misteri che circondano molte opere del panorama artistico italiano, rimangono ancor oggi non svelati e non trovano una spiegazione logica, se non ipotesi azzardate da studiosi e critici dell'arte.
Una di queste opere è senz'altro la grande tela che si trova nella Basilica di San Pietro a Perugia e che lascia lo spettatore affascinato e impaurito al tempo stesso.
Il grande quadro è opera di Antonio Vassilacchi  soprannominato l'Aliense , raffigura il " Trionfo dell'Ordine dei Benedettini" e risale al 1592. Oltre ad essere la tela dipinta più grande del mondo, infatti occupa tutta la parte superiore della parete di ingresso interna della chiesa, ha un'altra particolarità che non consiste nel fatto che vi siano raffigurati Santi, Papi, Cardinali, Vescovi abati e fondatori di Ordini come i Camaldolesi, che fanno corona intorno a San Benedetto da Norcia, ma quello che viene fuori osservando la tela dall'altare maggiore : uno sguardo satanico, con tanto di corna! La visione lascia scorcertati ed esterrefatti, ci si chiede se sia suggestione o veramente quello che si sta guardando è quello che il pittore ha voluto dipingere! E non può essere che così ! La simmetria pittorica dei personaggi è strabiliante, gli squarci di cielo, che separano i gruppi ,  formano due orbite infuocate, dove sole e luna sono le pupille di chi "non si vede". Le posizioni dei prelati accentuano ancora di più l'espressività di questo misterioso sguardo, dove la figura di San Benedetto è l'incavo del naso, San Pietro e Paolo in alto ai lati estremi sono le orecchie e i due ciuffi centrali le corna, infine le figure chiare viste di spalle sono le zanne...spaventoso! Manca la bocca...l'immagine sarebbe stata troppo evidente e così l'artista ha preferito non dipigerla... Vi chiederete come si faceva a dir messa guardando una cosa del genere! Niente di più semplice: all'epoca il prete dava le spalle all'assemblea dei fedeli e i fedeli guardavano verso l'altare dando le spalle all'enorme tela!
La domanda è il perchè di tale raffigurazione e forse la spiegazione si può intuire in una committenza con un soggetto imposto al pittore che non potendo rifiutare, in quanto molto attivo ancora il tribunale dell Santa Inquisizione,  si vendicò dipingendo una cosa degna di un grande artista e che oggi si può fare solo grazie alle tecniche digitali. Forse nell'immagine nascosta, il pittore ha voluto raffigurare le aberrazioni di una chiesa che all'epoca aveva molto poco del messaggio lasciato da Cristo! Che dire? Paura fa paura, però... che genio!




A chi si trova in zona, consiglio di andarla a vedere..non la dimenticherà facilmente!
Brrrrr..e alla prossima!
Patrizia

2 commenti:

bear's house ha detto...

Ciao Patty...

Meraviglia!

Magari poter andare per una gita.

COMPLIMENTISSIMI e buon w.e. cara amica! Bacio. NI

Patrizia ha detto...

Si, Ni è veramente una cosa strabiliante, me ne avevano parlato alcuni anni fa e se ti capita vai a vedere ne vale la pena!
un bacio
Patty